china items wholesale chinese wholesale sites

nel 2010 la fabbrica nokia vicino a chennai in

india era tra le più grandi al mondo

migliaia di lavoratori la maggior parte dei quali erano

donne sfornavano oltre 15 milioni di telefoni

al mese

nokia era un fulgido esempio del tipo

di successo che l’india voleva con la

produzione ma nel 2014

lo stabilimento improvvisamente ha dovuto chiudere il motivo per cui a

causa di una controversia fiscale il telefono cellulare ha

fatto chiudere il suo più grande

stabilimento a tamlaj street pelham,

rendendo oltre 8 000 i lavoratori senza lavoro,

la controversia era di oltre 1,5 miliardi di

richieste fiscali schiaffeggiate retroattivamente dalle

autorità per presunte tasse dovute

essenzialmente questo la fabbrica è diventata una

città fantasma alla fine nokia e il

governo indiano si sarebbero sistemati ma il danno è

stato fatto

e ci sono anche altri esempi le

aziende britanniche vodafone

e cairn energy

insieme ad almeno altre 17 aziende

sono state tutte coinvolte in controversie

e mentre questo è successo primo

ministro narendra modi ha cercato

di attrarre investimenti esteri

facendo in modo che l’India

sia diventata la bigge primo marchio

che l’India abbia mai creato

la burocrazia può spesso andare contro

qualunque cosa la classe politica

stia espressamente cercando di ottenere

mentre l’India potrebbe garantire posti di lavoro per la

sua élite altamente qualificata complicate

tasse incerte hanno spinto la maggior parte delle aziende straniere che

hanno bisogno di manodopera a basso costo verso

cina

che costa all’economia circa

140 miliardi di dollari all’anno

hanno detto che sono aperti al

resto del mondo ma sai che ci sono

ancora molte barriere protezionistiche nel

fare affari con l’India

per seguire le orme della Cina e raggiungere

il l’obiettivo del governo di diventare

un’economia da 5 trilioni entro il 2025 l’

India ha bisogno di creare un modello che abbia

successo sia in patria che all’estero

per centinaia di anni il

subcontinente indiano è stato tra i luoghi più ricchi

della terra rappresentando

circa il 25% del commercio globale

poi sono arrivati i britannici

essenzialmente la Gran Bretagna ha

mantenuto l’India come fornitore di

materie prime per le proprie fabbriche

e come mercato

per ciò che questi f attori prodotti

si stima che con i soldi di oggi la

Gran Bretagna abbia estratto 45 trilioni di

dollari dall’India

velocemente fino alla fine degli anni ’40 l’India ha

ottenuto l’indipendenza per formare un

sistema di governo democratico multipartitico

e oltre il confine il

partito comunista cinese è salito al potere per formare

il popolo repubblica di cina

[musica]

sospettoso dell’occidente e privo di

cose che potessero vendere al mondo entrambi hanno

preso una pagina dal

copione economico dell’unione sovietica rivolgendo i paesi

verso l’interno

c’era la sensazione che potessero

naturalmente nutrirsi e

sostenersi cina non era l’unica economia

a guardarsi dentro, ma in generale

il senso di guardarsi dentro era

considerato un grande

contributo alla depressione negli anni ’30

nel caso dell’India e della Cina, queste

economie pianificate centralmente alla fine

non funzionavano,

ma mentre il loro le economie in gran parte si fermarono,

alcune economie vicine selezionate

esplosero divennero note come tigri dell’Asia orientale

h ong kong singapore taiwan e

corea del sud erano conosciuti come

bambini prodigio dell’economia dagli anni ’60 in poi hanno

avuto un boom nel dopoguerra avevano

manodopera a basso costo

avevano know-how industriale e hanno

abbracciato la tecnologia,

quindi tutti i giocattoli, i vestiti e i

ninnoli che il mondo occidentale

comprava negli anni ’60 e ’70 e ’80 tutto

ciò che veniva fatto in queste economie tigre

era un modello economico che era

invidiato dal mondo, ma non c’è dubbio

quando si tratta del modello definitivo per la

Cina a cui hanno guardato singapore

funzionari cinesi si sono riversati a singapore

regolarmente per visitare il primo studio e per

imparare dal know-how di singapore

ovviamente la scala non è paragonabile ma

ciò che la cina ha visto a singapore gli è piaciuto

c’era quel grado di

autoritarismo c’era quel grado

di anticorruzione c’era ovviamente

quel senso di efficienza e

produttività e questa

Cina modello industriale e orientata all’esportazione è piaciuta e hanno

guardato a singapore e ne hanno abbracciato

molto

nel 1978 deng xiaoping annunciò la

politica della porta aperta per consentire alle società straniere

di stabilire in Cina la

loro più grande risorsa una

forza lavoro apparentemente illimitata e poco qualificata che

potesse riempire grandi fabbriche di lavoratori

avevano enormi forze lavoro enormi

strutture industriali ed erano affamate di

capitali stranieri stranieri know-how e

investimenti esteri e uno di quegli

ingredienti sono stati mescolati insieme quello che hai

visto è stato un grande spostamento della

produzione globale in Cina, in particolare di

giocattoli di fascia bassa, biancheria di plastica,

bigiotteria, tutto questo si è spostato in Cina

e abbiamo visto un boom manifatturiero esplosivo

in gli anni ’80 e ’90 in

particolare la Cina ha registrato una crescita media di 10

all’anno nell’anno dalla sua apertura nel 1978

quasi 800 milioni di persone sono state

tirate fuori dalla povertà in Cina dalla

grande riapertura

iniziata a metà degli anni ’80 e poi in

grande stile dopo il 1991 anche l’India ha aperto le sue

porte,

sebbene normalmente non sia considerata una

potenza esportatrice, la

crescita delle esportazioni dell’India è stata la terza il migliore al

mondo dietro la Cina e il Vietnam

che

è stato un grande enigma

perché

sì, l’India è una storia di successo nell’esportazione,

ma cos’è che l’India effettivamente produce

ed esporta

invece di produzione di fascia bassa come

bigiotteria e tessuti realizzati dalla Cina e da

altri paesi dell’Asia orientale tigri il paese è

focalizzato unicamente sulla

produzione e sui servizi altamente qualificati come

l’outsourcing dei processi aziendali del software

e i beni di ingegneria

questo ha creato un pregiudizio nei posti di lavoro e nelle

opportunità per una

minoranza ben istruita di lingua inglese relativamente piccola,

ma quelli precedentemente lasciati indietro stanno

ottenendo un’altra possibilità grazie alla

tecnologia

per farti un esempio

un venditore che aveva un marchio

o che aveva un prodotto limitato

a un quartiere o una città non aveva idea di

come espandere la distribuzione e arrivare

a 4000 miglia di distanza dalla propria città

ma a causa della digitalizzazione

dell’economia un venditore può ora sognare in

grande può pensare di diventare un

grande imprenditore indiano contro

diventare un imprenditore solo per quella

particolare città

con l’aiuto di app come udan indian gli

imprenditori stanno ottenendo accesso a decine

di milioni di rivenditori che si rivolgono a 1,3

miliardi di consumatori

e il negozio

a conduzione familiare che vende questi prodotti noto come negozi di karana può fare

acquisti migliori più velocemente e ricevere

credito altrimenti farebbero fatica a

ottenere il pagamento bambino

prima che esistesse la piattaforma si

affideranno a più fonti si affideranno

a distributori locali devono fare

più negoziazioni sui prezzi perché

ogni volta che devono fare più

affari dovranno trovare più prestatori

per fornirli quindi dovranno

coordinare il trasporto per ottenere la

merce o assicurarsi che siano

disponibili nel loro negozio per ricevere la

merce

accesso a smartphone e dati a basso costo sta

trasformando industrie che sono rimaste

stagnanti per lungo

tempo sta attirando nuove imprenditori a

produrre e vendere prodotti con il denaro che

arriva dagli investitori nella Silicon

Valley sperando in un pezzo

dell’industria,

l’aumento della produzione locale sarà davvero di

aiuto perché

vedrai molti più marchi indiani dominare

le conchiglie in India e all’estero e

questo l’intera economia digitale e

Internet stanno fornendo quella piattaforma

per dare quell’accesso alle informazioni

accesso ai prodotti accesso al capitale

accesso al credito

e questo sta davvero aiutando la nostra economia

un’altra spinta economica sta arrivando sotto

forma di generosi sussidi governativi ai

produttori di tutto, dalle auto elettriche

ai tessili

e mentre queste industrie crescono l’India può

attingere al suo più ovvio vantaggio la

sua popolazione in forte espansione è

destinata a superare la Cina nel prossimo

decennio

ora la marea è cambiata

e la popolazione cinese da qui in

poi invecchierà solo l’età media della

popolazione in India è ancora inferiore a

30 e l’India ha ancora probabilmente circa

tre decenni prima della sua la popolazione di due

è considerata vecchia ora che sono tre

decenni una meravigliosa opportunità

se l’India pla Sì, le sue carte sono giuste 500

milioni di persone entreranno nella

classe a reddito medio nel prossimo decennio

questa sarà la più grande crescita nella

classe media in tutto il mondo

alimentando una massiccia domanda interna

man mano che la classe media cresce il

potere d’acquisto arriverà quindi l’India ha sicuramente

un storia per dire al mondo che è

pronta a colmare il divario che

la Cina lascerà alle spalle

quando accadono due cose,

una perché la Cina

vuole uscire dai mercati a basso valore aggiunto e scarsamente

qualificati

e mentre cresce l’alienazione economica tra

Pechino e Washington

l’india ha un ruolo da svolgere

per l’america beach,

ma scegliere l’india rispetto a paesi come il

vietnam ha ancora molti svantaggi,

anche se quasi ogni settore è ora

aperto agli investimenti esteri le

tariffe di importazione sono aumentate dal 2018

e il processo di importazione rimane

contorto e richiede tempo un freno

nelle odierne filiere globali interconnesse

il problema è a livello di dogana

e di contenzioso con i con

le autorità doganali sul fatto che

qualcosa sia addebitabile, quindi il

governo indiano è coinvolto in troppe

controversie fiscali con il suo settore privato

controversie sull’imposta sul reddito controversie sui dazi

all’importazione controversie ora

la campagna di modi make in india sta

minacciando un ritorno al

modello socialista fallito di auto- fare affidamento su

qualcosa che potrebbe avvantaggiare solo un

gruppo selezionato di aziende politicamente collegate

in india i politici

devono andare a vincere le elezioni ogni cinque

anni

e queste sono elezioni molto costose

e

devono essere combattute

con donazioni aziendali

, il che significa che

in india la classe politica

deve trovare un equilibrio

in termini di come trattare con il

settore privato,

ma tariffe elevate e altre

barriere commerciali potrebbero limitare fare in India per

fare solo per l’India

quando l’opportunità molto più grande sta

facendo le cose per il

mondo semplicemente non è possibile diventare un

esportare potenza da solo

senza importare nulla da nessuno

solo per darti un ex ample india è un

grande esportatore di capelli umani

la tradizione indiana di sacrificare i capelli alle

tempie e la pratica di salvare e

raccogliere i capelli dalle singole

famiglie significa che è diventato il

più grande fornitore mondiale di capelli umani

la maggior parte viene esportata per la

produzione in

manichini parrucche

e anche altri prodotti di extension e

trasformati in prodotti adatti a

diversi mercati in tutto il mondo,

ma prima di esportare i capelli le aziende potrebbero

dover aggiungere prodotti importati

per aumentare il valore e far crescere la propria

attività o renderlo adatto a

clienti internazionali, arriva la barriera

o arriva la sfida quando

vuoi fare prodotti a

valore aggiunto e i prodotti a valore aggiunto devi

importare per esempio la colla cheratina

un tipo di colla proteica che è made in

italy o buy from china wholesale (giftbiz.7sku.com) che i clienti preferiscono

ora

c’è un altro prodotto che è il

pizzo importato ora tutto di queste

importazioni il processo diventa una

sfida

per i più piccoli a crescere più grandi

confusin g tasse e alte tariffe di importazione

intese a proteggere il mercato locale dalla

concorrenza straniera sono i principali ostacoli che le

aziende devono affrontare quando cercano di accedere ai

mercati esteri

potrebbe sembrare strano per te

che dovrebbe essere semplice una sostanza chimica

utilizzata in un’azienda in Cina dovrebbe essere in

grado di essere importato ma a parte queste

sfide di importazione le tasse di importazione

sono generalmente mantenute alte perché

vogliono usare

la fonte locale

ma essendo l’industria dei capelli e non è

un’industria che è ben sviluppata

in India,

quindi

per noi l’

importazione è un grande

requisito

mentre il il governo indiano

non capisce che l’importazione

se la riducono

sarà una lunga strada in termini di produzione di

ulteriori prodotti a valore aggiunto,

anche se aziende più grandi come raj hair

international hanno lavorato con il

governo per decenni per far crescere la loro

attività molte aziende più piccole in l’

India non è così fortunata

che ha mantenuto l’espansione e quei

lavori salariali cruciali al minimo,

penso che le statistiche c è 87

che è la forza lavoro che è in

agricoltura

o è un lavoratore autonomo

o

è lavoro occasionale e solo circa

10 ricevono uno stipendio da qualcuno

oltre a 10 di lavoratori che guadagnano uno

stipendio fisso la maggior parte vive giorno per giorno con

poco da dimostrare attraverso la previdenza sociale

o l’assicurazione medica

di avere un paese che pullula di

manodopera in eccedenza una situazione che è stata

resa infinitamente peggiore dalla

pandemia di coronavirus

e tuttavia l’India non è in grado di dimostrare

alla comunità globale

che è davvero serio

nell’invitare e poi mantenere il capitale

un’altra grande opportunità persa in

india la sua popolazione femminile disoccupata

[musica] il

suo tasso di partecipazione femminile è tra

i più bassi al

mondo oggi si ha una situazione in cui

le donne del Bangladesh

nel tasso di partecipazione alla forza lavoro

è 40 e l’India ha

probabilmente il 20 percento dell’India è sceso ancora di

più dopo la pandemia di coronavirus

perché molte donne lavoratrici

più degli uomini hanno perso il lavoro ma

cle Ora non puoi

fare

progressi

al livello in cui l’India vuole

progredire se solo un quinto

della metà della tua popolazione

sarà, sai, impiegato nella forza lavoro del

Bangladesh, che è iniziato come un

paese molto più povero e ha stabilito l’

indipendenza con l’aiuto dell’india ha

recentemente superato l’india in PIL pro capite il

bangladesh

sta facendo leva sui suoi punti di forza

non sta

facendo produzione ad alta

tecnologia sta essenzialmente svolgendo

lavori a bassa qualificazione

che assorbiranno il

suo lavoro

ci sono segnali che questo funzionerebbe anche in

india

nello stato del tamil nadu dove un tempo la

fabbrica nokia gestiva una serie di

impianti di produzione sono stati costruiti

nell’ultimo decennio

ora lo stato ha il secondo PIL più alto

e uno dei più alti

tassi di partecipazione femminile in india quindi chiaramente

c’è una sorta di vantaggio per le donne

di entrare in nuove fabbriche e posti di

lavoro probabilmente il mese scorso la

compagnia vola ha avviato scooter elettrici

e l’intera produzione per la

fi la prima volta è fatto da donne solo le

lavoratrici sono state mobilitate e

tutta questa fabbrica e produzione è fatta

da donne

con l’aiuto di robo è anche rotto

il mito che nel settore manifatturiero

o nel settore automobilistico ci

vuole l’aiuto maschile

anche se genere e le disuguaglianze di casta

esistono ancora in india a causa della diversa

istruzione e trattamento da una giovane età

un lavoro regolare e sicuro può offrire una via d’uscita

dal ciclo ora se lo prendiamo l’

occupazione nel settore quasi l’

80 percento proviene dalla cosiddetta

casta avanzata, tuttavia accogliendo le

fabbriche in

l’india significa che

ci sarà un’infusione di

forza lavoro del settore informale, in

particolare donne, nel

settore manifatturiero che sta accadendo e

che porterà a ciò che è stato

già concepito fin dagli anni ’90

sarà anche un nuovo modello di crescita

mentre il governo indiano ha rifiutato di

commentare registrare che hanno preso provvedimenti per

cercare di rendere più facile fare affari

l’imposta su beni e servizi o GST

consolidato seve le tasse statali e federali

in una sola

e hanno smesso di consentire la

tassazione retroattiva, ma il paese dovrà andare

ancora oltre se vuole sfidare il suo

più grande concorrente, l’

India è questa economia che è sempre stata

considerata la prossima Cina, ma

ogni volta questa conversazione viene fuori

è ancora la prossima cina una ragione per

il modo in cui gli economisti dicono che cina ha fatto gli

uomini al lavoro per l’india che si chiama

automazione la cina ha approfittato del

lavoro manuale a basso costo e ha prodotto beni per il

resto del mondo ora ci stiamo

muovendo in un mondo di rapida automazione in

modo che l’India possa spalancare le porte e

offrire fabbriche economiche al resto del

mondo, ma in realtà molte aziende e

multinazionali dicono che stiamo

abbracciando i robot stiamo abbracciando l’

automazione il modello che funziona per la

Cina potrebbe non essere necessariamente una

copia carbone per l’India

quando dici che la Cina ha un’atmosfera positiva

quando si tratta di produzione e

un’atmosfera negativa in modo geopolitico, quindi l’

India non vuole essere la prossima

Cina penso quindi l’

India sarà l’India allo stesso tempo

saremo qualificati e sviluppati nei

nostri processi, ma l’India sicuramente

starà al fianco del mondo per essere il prossimo grande

hub di produzione per procurarsi e ottenere

prodotti sviluppato per il mercato mondiale

l’obiettivo deve essere quello di

far funzionare la società per tutti

e di dare a

tutti una partecipazione ora che è qualcosa

che l’Asia orientale ha fatto molto bene

perché in qualche modo sono riusciti a

ottenere

un consenso

dal pubblico in generale per le loro

politiche

mostrando loro la strada

per un futuro migliore

se non per loro, allora per i loro figli

tu